Il 2009 si chiude con le parziali decisioni della nuova amministrazione fiorentina sulla mobilità (in)sostenibile in città.

La Tramvia:
-La linea 1 della Tramvia ancora non parte e probabilmente lo farà il 1 Aprile 2010 (a meno di pesce d’Aprile) dopo una serie di rinvii

– Delle altre 2 linee nulla si sa e mancano i progetti che modificano i precedenti impattanti tracciati

L’ ASPO-Italia (sezione italiana dell’Associazione Internazionale per lo Studio del picco del petrolio e del gas) rivolge tre semplici domande al Sindaco di Firenze in merito alla Tramvia:

1)…caro Sindaco, si degnerebbe di dirci per quale motivo lei ha deciso di rinunciare a trasportare nel cuore di Firenze, su una direttrice di trasporto strategica, grandi masse di persone con un impatto ambientale praticamente inesistente?

2) Il progetto originario è stato valutato redditizio da un’azienda di grande esperienza e competenza nel settore del trasporto rapido di massa, la RATP ……quindi caro Sindaco, secondo lei RATP sarebbe disponibile ad accettare una soluzione progettuale diversa e peggiore sul piano economico-gestionale rispetto a quella su cui si è aggiudicata la gara, rinunciando ad avvalersi delle clausole contrattuali che prevedono in questi casi pesanti penali a carico del Comune?

3) Le forze politiche di centro-destra che si oppongono alla giunta del nuovo Sindaco stanno sostenendo da tempo e a tutti i livelli (compreso il toscano Ministro alle Infrastrutture) una intransigente battaglia proprio contro il passaggio del tram nel centro storico, appoggiando contemporaneamente un progetto, questo sì assurdo per una città come Firenze, di metropolitana sotterranea, presentata pochi anni fa da settori molto influenti della città.
Quindi, caro Sindaco, questa sua evidente convergenza con le posizioni del centro-destra è solo involontaria o ne condivide i veri obiettivi? In altre parole, appoggerà anche lei l’ipotesi di sostituire le linee tranviarie già approvate con una linea di metropolitana sotterranea, assolutamente inidonea per una città come Firenze?

La versione completa dell’articolo e delle domande… qui …. e non sperate che il Sindaco risponda

TAV:
– Sul tunnel TAV e sulla Stazione sotterranea Foster (che con una serie di annunci è passata da “fermata non stazione” a “Fosterina”) continui rinvii per la decisione finale e cecità verso il progetto dell’Università meno impattante e meno costoso

Ricordiamo con un video e l’audio di una trasmissione radiofonica i problemi che avrebbe la città con il passaggio sotterraneo del’ Alta Velocità

Radio Controradio:  “INTERVIEW: SPECIALE STAZIONE TAV A FIRENZE”

Il video

Annunci