Apprendiamo dal quotidiano “Il Nuovo Corriere di Firenze” che “cambiano i capolinea di quattro linee ATAF.

Un rompicapo capire da dove si parte e dove si arriva. Ma anche soloquando si parte

La prossima settiamama cambiano altre linee per l’entrata in esercizio della tramvia. Sempre la prossima settimana partono anche i nuovi percorsi dei bussini, cambiati dopo le proteste dei passeggeri – che dalla pedonalizzazione di Piazza Duomo in poi – si sono trovati spiazzati.

Ma chi prende l’autobus ogni giorno non sa bene ancora cosa cambia, perchè a parte il sito internet dell’ATAF, e i comunicati inviati ai giornali, le novità non sono state comunicate al grande pubblico.

Addiritttura il call center dell’azienda dei trasporti fiorentina ieri non avevano la nota di servizio del cambiamento che parte oggi (6 Febbraio n.d.r.) .

Chi prende l’autobus giusto e soprattutto arriva nel posto giusto è un genio ……

….Un cambio annunciato con un comunicato stampa lo scorso 3 Febbraio, ma ancora ieri non era stato tradotto in un ordine di servizio….”

Ed in rete sono comparse le denunce e le petizione per “salvare” i cittadini scombussolAtaf

Una di queste la potete trovare qui

Vediamo dunque il comunicato stampa che preannunciava i cambiamenti

Due saranno le zone che vedranno maggiori novità: quella della stazione di Santa Maria Novella e quella della Leopolda.
La prima, grazie allo spostamento delle linee del Tpl urbano ed extraurbano, alla riorganizzazione del traffico privato e all’attivazione della tramvia, potrà recuperare una maggiore vivibilità e un miglior funzionamento.
La seconda invece è destinata a diventare un nuovo luogo privilegiato di interscambio tra la tramvia e gli altri mezzi del trasporto pubblico (bus e treno) e privato (parcheggio Leopolda da 270 posti). Oltre all’avvio della tramvia, sarà attivata la nuova rete dei bussini a servizio del centro storico (quattro linee) riorganizzata sulla base delle richieste dei cittadini. Grazie al nuovo nodo della Leopolda sarà infatti possibile anticipare gli interscambi tra mezzi, evitando di aggravare la zona della stazione e quella della Fortezza. Senza dimenticare che, grazie alla riorganizzazione della rete dei bussini, alla Leopolda ci sarà il capolinea di due linee di collegamento con il centro storico: la prima arriverà a piazza Beccaria passando per l’Oltrarno e Sant’Ambrogio; la seconda arriverà sempre a piazza Beccaria ma passando per piazza Stazione, via Strozzi, via Condotta, via dell’Oriuolo. E sempre a Santa Maria Novella, grazie all’accordo con Grandi Stazioni, arriverà un grande parcheggio per le biciclette (800 posti).

Prima fase: dal 1° al 7 febbraio
La tramvia entra in completo pre-esercizio: ovvero i tram circoleranno sulla linea con la precedenza su tutti gli altri veicoli (semaforo sempre verde).
Da lunedì 1° febbraio sarà effettuata la riasfaltatura di via della Scala con restringimenti di carreggiata (fino al 4 febbraio). Nel frattempo si procederà allo spostamento delle linee di autobus provenienti dal Quartiere 4 dall’attuale itinerario (via Alamanni-via della Scala) a via il Prato (presso rotonda Barbetti).

Seconda fase: dall’8 al 13 febbraio
Continuano le modifiche nell’area della stazione di Santa Maria Novella. Prima di tutto viene attivato il kiss&ride (ovvero la sosta rapida) sotto l’orologio della stazione con cambiamenti di viabilità nell’area della rotatoria. Via Valfonda diventa solo a servizio del trasporto pubblico: i mezzi privati dovranno utilizzare l’itinerario via Nazionale-piazza Stazione-via della Scala. Previsto anche un percorso di uscita per i veicoli privati da via Faenza (verso i viali). Si procederà allo spostamento delle linee provenienti da Peretola-Campi Bisenzio dall’attuale itinerario (via Alamanni-via della Scala) a Via Valfonda.

14 febbraio – San Valentino
Dalle 6:30 prende il via l’esercizio della linea T1 della tramvia. La prima settimana sarà gratuita per tutti. Nello stesso giorno scatta la riorganizzazione della rete dei bussini articolata su quattro linee: Parterre-San Lorenzo-piazza Repubblica; Leopolda-Stazione SMN-Sant’Ambrogio-piazza Beccaria; Leopolda-Oltrarno-Sant’Ambrogio-Beccaria; Ferrucci-San Frediano-Stazione SMN.

Terza fase: dal 15 febbraio al 20 marzo
Prende il via la predisposizione del nuovo nodo della Leopolda. Dal 21 febbraio la tramvia diventa a pagamento con biglietto unico, ovvero valgono i ticket e gli abbonamento di Ataf&Linea. In via di definizione l’accordo con la Regione Toscana per l’utilizzo del biglietto Pegaso.

Quarta fase: dal 21 marzo
Inizia l’esercizio completo della tramvia e viene attivato il nodo Leopolda con capolinea Sita, Lazzi, Cap e Terravision. È stato proposto alla Provincia di Firenze, Ente competente, anche lo spostamento del capolinea delle linee 29, 30 e 35.

Vengono inoltre attivati i nuovi assetti viari regolati da semaforo nelle intersezioni viali Milton-viale Strozzi e via dello Statuto-via XX Settembre. Ovvero da viale Milton si potrà proseguire verso viale Strozzi: cade l’obbligo di svolta a destra verso Statuto. È prevista inoltre l’attivazione di linee dirette di collegamento tra la linea T1 della tramvia e l’ospedale di Torregalli e il parcheggio Lotto Zero. (mf-fp)

Ecco cosa e come cambia il servizio Ataf
Nella prima settimana di febbraio i capolinea delle linee 9, 16, 26, 27 e 72 da via della Scala saranno spostati alla rotonda Barbetti. In questo modo da via della Scala ci saranno 350 passaggi in meno di autobus.

Nella seconda settima di febbraio via Valfonda diventerà tutta corsia preferenziale a disposizione dei mezzi Ataf, e gli autorizzati, che in questo modo avranno una via protetta in entrata e uscita per accedere alla stazione di Santa Maria Novella.

Dal 14 febbraio la rete dei bussini elettrici sarà potenziata grazie al finanziamento del Comune di Firenze. Entreranno in servizio i cinque nuovi mezzi ultramoderni appena acquistati da Ataf. La linea C3 in pratica tornerà ad essere la vecchia linea B. Sarà quindi ristabilito il collegamento, richiesto da molti utenti, tra la zona dell’Oltrarno e il mercato di Sant’Ambrogio.
La linea D avrà a disposizione un mezzo a metano.

fonte e versione completa

Il sito ATAF qui

Già che ci siamo sfruttiamo Youtube per capire la storia della linea 1 della Tamvia fiorentina

Annunci