Comunicato politico numero trentasei

beppe-van-gogh.jpg

Lo stagno è pieno di rane che gracidano.

Ripeto: lo stagno è pieno di rane che gracidano.

Il MoVimento 5 Stelle dice quello che fa e fa quello che dice.

Un fatto rivoluzionario.

Non fa proteste, ma proposte, chi dice il contrario è in malafede.

Parlamento Pulito è una proposta per una nuova legge elettorale, i referendum chiedevano una libera informazione e l’abolizione della legge Gasparri.

Sono proposte. Proposte, fatti, leggi. Il MoVimento 5 Stelle ha un Programma: leggetelo.

Il MoVimento 5 Stelle ha un solo alleato: i cittadini.

Si può alleare solo con i movimenti: per l’acqua pubblica, per i rifiuti zero, per la diffusione della connettività, per l’abolizione della legge Fini-Giovanardi, non con i partiti.

I cittadini sono gli attori e gli interlocutori del MoVimento 5 Stelle. Cittadini con l’elmetto che ricoprono per due mandati un incarico pubblico e poi ritornano alla loro attività. Il MoVimento 5 Stelle e i finanziamenti pubblici sono inconciliabili. I partiti vivono invece solo grazie ai finanziamenti pubblici.

Il MoVimento 5 Stelle non è di destra o di sinistra, di centro sinistra o di centro destra, è avanti. Non è un alibi a disposizione per chi, per sua incapacità, perde le elezioni come è avvenuto in Piemonte, dove il centro sinistra era alleato (sic) con l’UDC, o le perderà in futuro.

Il MoVimento 5 Stelle nasce dal basso, dalle esigenze delle persone a cui dà voce, dalla richiesta di nuovi paradigmi che non siano ideologie o i leader, ormai spazzatura del passato. I partiti sono strutture vecchie, basati su lobby, alleanze, tattiche elettorali per un voto in più, un consigliere in più, un deputato. I partiti sono ormai un grande mercato delle vacche. Si è discusso della prostituzione in Parlamento, ma non della compravendita dei seggi. A quanto è in vendita una carica da senatore o deputato? Due milioni di euro, tre, quattro?

Berlusconi è l’effetto, non la causa. Eliminarlo lasciando le cose come stanno ci consegnerà a un altro Berlusconi.

Si discute, ad esempio, della legge bavaglio, ma non della commistione tra informazione e impresa e banche. Un quotidiano con azionisti come Tronchetti, Caltagirone, Ligresti o Geronzi che informazione può fare? Nessuna, non può mettersi contro la proprietà.

Lo Scudo Fiscale, l’indulto, il nucleare sicuro, la privatizzazione dell’acqua, la TAV, gli inceneritori chi li ha votati: i partiti o Berlusconi? I partiti.

La pensione dopo due anni e mezzo chi la matura? Tutti i parlamentari. Chi ha regalato le televisioni e l’immunità a Berlusconi? Il Pdmenoelle.

Le rane gracidano e non vedono al di là dello stagno.

C’è un altro mondo oltre il canneto e l’acqua torbida. Un mondo che loro non vedranno mai.

Il 25 e il 26 vi aspetto a Cesena per Woodstock. Belin, non lasciatemi solo sotto le 5 Stelle.

Beppe Grillo

Beppe Grillo – 5 settembre 2010 – durante il 6° incontro del Coordinamento Toscano dei Meetup e Liste Civiche commenta la situazione della rete in Italia ed il suo attuale (limitato) utilizzo:

Ed una “crescita diversa” per un futuro migliore

Thanks Grilli versiliesi

Alla prossima e seguici  ….

Sul Meetup

http://www.meetup.com/GrilliFirenze

Oppure …

Puoi contattarci attraverso la posta elettronica        firenze5stelle@gmail.com

MoVimento5stelle ..….. Vi aspettiamo a Cesena

Advertisements