Ambiente Ambiente Acqua Acqua Sviluppo Sviluppo Connettività Connettività Trasporti Trasporti

 

L’Italia, la LIBIA (oltre al territorio conteso del  SAHARA occidentale) sono gli unici Stati  mondiali che non hanno strategie digitali (fonte); strano a dirsi, ma l’Italia è allineata con l’alleato libico, ma non con “l’amico” russo, che ha a sua un piano strategico per il futuro

Porre il proprio Paese nelle condizioni di sviluppare appieno le potenzialità di Internet e delle nuove tecnologie vuol dire :

  • LAVORO: creare centinaia di migliaia di posti di lavoro, ad alto valore aggiunto, proiettati verso il futuro;
  • IMPRESA:  consentire a quello straordinario patrimonio rappresentato dalle nostre piccole e medie imprese di essere più competitive e generare nuova ricchezza;
  • CITTADINANZA:  continuare a migliorare trasparenza, semplificazione ed efficienza della Pubblica Amministrazione, con nuovi servizi per i cittadini;
  • CULTURA:  recuperare per il nostro Paese quel ruolo storico come esempio di imprenditorialità, ma anche come leader nella produzione di  ricerca, sapere e innovazione;
  • EQUITA’:  ridare all’Italia un tessuto economico e sociale capace di valorizzare il talento, il merito, la competenza, il coraggio con maggiore equità nelle opportunità e nei diritti;
  • DIRITTI:  non solo garantire a tutti i cittadini l’accesso alla rete, ma anche porre “realmente” gli individui nelle condizioni di sfruttare appieno il potenziale espressivo, formativo, creativo e lavorativo fornito dalle nuove tecnologie, individuando anche forme efficaci di tutela della persona.

Nasce quindi l’appello di blogger indipendenti (vedi a questo link ) con una richiesta per costruire il futuro;  per i giovani che si costruiscono una prospettiva, per le piccole imprese che devono competere nel mondo, per i cittadini che cercano una migliore qualità della vita, l’opportunità offerta dalla tecnologia è irrinunciabile.

Allora DIAMO ALL’ITALIA UNA STRATEGIA DIGITALE, DIAMO UN FUTURO A QUESTO PAESE

fonte

Approfondisci a questo link

Notizie correllate:
il punto dalla rete: dal pericoloso precedente dello stacco della spina alla rete egiziana alla situazione italiana
il punto dalla rete: il libero web, l’invincibile alfiere dell’innovazione della gerontocrazia
Il punto dalla rete 2010: un anno da (non) dimenticare
Il punto dalla rete: tra (presunti) pirati e balzelli che affossano il diritto alla connettività.
Il bicefalo che mette in pericolo le web radio/tv – Il punto dalla rete

Annunci