Firenze


Scusate se usiamo questo spazio per motivi non politici, ma siamo preoccupati per il Sindaco della città di Firenze, Matteo Renzi.

Ebbene si’, qualcuno ci ha scritto indignato accusandoci che ce l’abbiamo con lui, ma la verità è che siamo preoccupati per il nostro Sindaco soprattutto in questo periodo che, da quanto leggiamo,  pare affetto da strani sintomi.

Raccogliamo l’appello lanciato dall’AMI : se fra il pubblico ci fosse un medico…si faccia avanti.

Appello allarmato da Firenze. Salvateci il sindaco. O dal sindaco?

Eh sì, la malattia si aggrava di giorno in giorno e i sintomi non lasciano dubbi: il sindaco di Firenze Matteo Renzi è affetto da una forma acuta di sindrome giapponese. Rossore al volto, irritazione all’orgoglio, scatti d’ira, mania di persecuzione, sono sintomi che producono effetti collaterali sempre più gravi: critiche, fischi e contestazioni, scioperi ed esposti in Procura. La storia, l’avevamo già raccontata. Tutto parte dalla trasferta giapponese dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

Tra Tokio e Fukushima. Finiti nel pieno della tragedia giapponese nel corso di una tournée asiatica, oltre 300 dipendenti dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, hanno vissuto quattro giorni di terrore al dodicesimo piano di un grattacielo di Tokio scossi dal sisma e minacciati dalla contaminazione. Hanno chiesto di tornare a casa, ma hanno ricevuto in risposta, a quanto sostengono, solo minacce. Sono stati fatti rientrare solo dopo un’animata assemblea dei loro familiari che hanno accerchiato il sindaco e l’intervento del segretario generale della Cgil Susanna Camusso che si è rivolta direttamente a Berlusconi.

Concerto irradiato. I lavoratori del maggio subiscono ora i controlli antiradiazioni dell’asl e 114 sono già risultati positivi, mentre i loro sindacati hanno presentato un esposto alla Procura e preparano presidi e anche uno sciopero. Sindaco, Sovrintendente e il direttore Zubin Metha sono sott’accusa. Ma Renzi non ci sta. E il Rottamatore non risparmia nessuno. La Camusso fu subito bollata dalla giunta fiorentina con un’accusa di “sciacallaggio“. Poi, Renzi, ha dichiarato di aver risolto ogni incomprensione in una “ amichevole “ telefonata.

Cià cià sul culetto. Ma la Camusso lo smentisce: “Io gli ho detto due cose. Primo: se davvero pensa di aver fatto tutto nei tempi giusti, allora ha un difetto di comunicazione con i lavoratori che non si sono sentiti assistiti. E comunque il calendario dice che si è tardato. Secondo: se c’erano dei problemi con il governo e Renzi non voleva fare polemiche, non doveva però scaricare il problema sui lavoratori e il sindacato”. La Camusso aggiunge anche un invito all’umiltà e al rispetto per gli altri. Di amichevole, nei rapporti con la leader Cgil sembra ci sia poco: questa sembra piuttosto una robusta sculacciata a un ragazzino maleducato quanto pasticcione.

Fischi di soggiorno. Poi c’è stata una riunione del Consiglio Comunale nel corso della quale il sindachino, che ha rintuzzato ogni accusa a muso duro, è stato contestato dal pubblico, attaccato dall’opposizione, mentre il gruppo Pd sembrava aver fatto un passo indietro per paura del contagio. Nella stessa giornata, il Renzi, ha anche presenziato al congresso della Federalberghi, dove è stato fischiato, proprio per quella tassa di scopo di soggiorno conquistata nel famoso pranzo di Arcore. E anche gli albergatori si son presi il loro rimbrotto, finendo nel libro nero del sindaco. Ma a un duro come lui non bastava ancora.

La casta a tutti i costi. Così, in un’intervista, se l’è presa anche con i giornalisti, Ordine e tutta la categoria, colpevoli di non aver messo la sordina alle polemiche sulla tournée del Teatro. Il Gran Rottamatore ha lanciato il suo anatema: l’Ordine è da abolire e i giornalisti son tutti una casta. Detto da uno, imprenditore del marketing, che passa le giornate in televisione e a rilasciare interviste, invece di occuparsi dei problemi della città, non è male. Insomma, la malattia peggiora ogni giorno. Se fra il pubblico ci fosse un medico…si faccia avanti.

di Stefano Bonciani ...fonte
Notizie correlate:
Adriano Celentano e Matteo Renzi: una storia di palcoscenico
Firenze città dei fiori …. finti !
Firenze: vandali in casa, oggi

P.S.: Il 12 e 13 Giugno ricorda:

Annunci
Ambiente Ambiente Acqua Acqua Sviluppo Sviluppo Connettività Connettività Trasporti Trasporti

 

 

Domenica 4 Dicembre a Firenze il popolo dell’acqua si è unito a tutti quelle persone che tengono ai beni comuni, compreso il bene comune del diritto allo studio.

Il MoVimento 5 stelle di Firenze si unisce  al forum dei movimenti per l’acqua  per sostenerd gli studenti universitari, contro la politica dei tagli ed alla privatizzazione del diritto allo studio.

 

A questo link un commento sulla    RIFORMA GELMINI UNIVERSITA’: TESTO INTEGRALE DDL E ANALISI CRITICA

MoVimento 5 Stelle

Ambiente Ambiente Acqua Acqua Sviluppo Sviluppo Connettività Connettività Trasporti Trasporti

 

 

Tornano di moda le idee dei Vday e del programma del MoVimento 5 stelle, ma che in bocca ai politici italiani  si sono trasformte da “populismo” a nuove idee per la rottamazione del vecchio per la terza Repubblica.

fonte

MoVimento 5 Stelle

Ambiente
Ambiente
Acqua
Acqua
Sviluppo
Sviluppo
Connettività
Connettività
Trasporti
Trasporti

Domenica 8 Marzo 2009   i rappresentanti italiani ed esteri dei meetup – MoVimento 5 stelle,   semplici cittadini che da  4 anni si erano attivati nei Comuni di residenza,  si ritrovarono a Firenze per scambiarsi idee e proposte.

Alla fine del raduno venne approvata la Carta di Firenze, 12 punti comuni per un futuro “Nuovo Rinascimento”.

Ve la (ri)proponiamo dato che nei giorni scorsi è stata proposta un’altra “carta di Firenze” che è solo una carta di intenti, non un programma, e quindi ci potrebbe essere un “fraintendimento”.

carta_di_firenze

Per par-condicio proponiamo anche il documento  d’intento definita dal “PD2 -i rottamatori” – la “carta di Firenze”:

Noi.
Noi che abbiamo imparato a conoscere la politica con tangentopoli e il debito pubblico e che oggi troviamo la classe dirigente del Paese occupata a discutere di bunga bunga e società offshore.
Noi che nonostante quello che abbiamo visto, fin da bambini, crediamo nel bene comune, nella cosa pubblica, nell’impegno civile.

Noi che ci siamo riuniti a Firenze per ritrovare le parole della speranza. Noi che abbiamo voglia di incrociare i nostri sogni e non solo i nostri mouse. Noi che crediamo che questo tempo sia un tempo prezioso, bellissimo, difficile, inquietante, ma sia soprattutto il nostro tempo, l’unica occasione per provare a cambiare la realtà. Noi.

Noi vogliamo gridare all’Italia di questi giorni meschini, alla politica di questi cuori tristi, al degrado di una solitudine autoreferenziale, che si può credere in un’Italia più bella.

Sì, noi crediamo nella bellezza, che forse non salverà il mondo, ma può dare un senso al nostro impegno. La bellezza dei nostri paesaggi, delle nostre opere d’arte, delle nostre ricchezze culturali, certo. Ma soprattutto la bellezza delle relazioni personali, la bellezza di andare incontro all’altro privilegiando la curiosità sulla paura, la bellezza di uno stile di vita onesto e trasparente.

Da Firenze, patria di bellezza, ci mettiamo in gioco.
Senza pretendere posti, senza rivendicare spazi, senza invocare protezioni. Senza chiedere ad altri ciò che dobbiamo prenderci da soli.
Ci mettiamo in gioco perché pensiamo giusto che l’Italia recuperi il proprio ruolo nel mondo.
Ci mettiamo in gioco perché non vogliamo sprecare il nostro tempo.
Ci mettiamo in gioco perché abbiamo sogni concreti da condividere.

Ci accomuna il bisogno di cambiare questo Paese, un Paese con metà Parlamento, a metà prezzo, un Paese dalla parte dei promettenti e non dei conoscenti. Che permetta le unioni civili, come nei Paesi civili; che preferisca la banda larga al ponte sullo Stretto; che dica no al consumo di suolo, e sì al diritto di suolo e di cittadinanza. Un Paese in cui si possa scaricare tutto, scaricare tutti; che renda il lavoro meno incerto, e il sussidio più certo. Che passi dall’immobile al mobile, contro le rendite, e che riduca il debito pubblico, la nostra pesante eredità.

Vogliamo rispondere al cinismo con il civismo. Alla divisione con una visione. Alla polemica con la politica. E vogliamo farlo con la leggerezza di chi sa che il mondo non gira intorno al proprio ombelico e con la serietà di chi è capace anche di sorridere, non solo di lamentarsi.

Da Firenze, laboratorio di curiosità, vogliamo provare a declinare il coraggio contro la paura, condividendo un percorso di parole e di emozioni, di progetti e di sentimenti perché la prossima fermata sia davvero l’Italia. Un’Italia che oggi riparte dalla Stazione Leopolda, la Prossima Italia.
Fonte

Alla prossima

MoVimento 5 Stelle

Ambiente
Ambiente
Acqua
Acqua
Sviluppo
Sviluppo
Connettività
Connettività
Trasporti
Trasporti

 

 

Dalla rete Civica del Comune di Firenze il link per seguire in streaming il Consiglio Comunale

Dalle ore 15,00 circa

video:  http://159.213.248.109:8090/streaming

radio: http://www.novaradio.info/diretta.html

 

 

COMUNE DI FIRENZE

CONSIGLIO COMUNALE del 25 ottobre 2010 alle ore 15:00

ORDINE DEL GIORNO

Seduta pubblica


VERBALI

* N. OGGETTO
1 2010/01154 Approvazione processi verbali delle sedute del Consiglio Comunale del 3- 10- 11-17-24-31 Maggio 2010

COMUNICAZIONI:

* N. OGGETTO
2 2010/01155 Comunicazione del Presidente del Consiglio comunale
3 2010/01156 Comunicazioni e Domande d’attualità dei consiglieri

INTERROGAZIONI:

* N. OGGETTO Interrogante/i Relatore
4 2010/01077 Provvedimenti urgenti per superamento rumore emesso dall’attività del cantiere Alta Velocità di Campo di Marte De Zordo Ornella, Cruccolini Eros, Grassi Tommaso. Saccardi Stefania
5 2010/01159 100 Luoghi (RISPOSTA IN AULA) Galli Giovanni, Giambanco Antonio, Locchi Alberto, Sabatini Massimo, Tenerani Mario, Nardella Dario

DELIBERAZIONI:

* N. OGGETTO Soggetto/i
proponente/i
Ufficio
proponente
Parere
Commissioni/CdQ
6 2010/00371 CRITERI GENERALI SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Angelo Falchetti DIREZIONE RISORSE UMANE Comm.1 – 22/10/2010 –

MOZIONI:

* N. OGGETTO Proponente/i Istruttoria Comm.ni
7 2009/00836 Viale Torricelli Grassi Tommaso, Spini Valdo Comm.6 – 21/10/2010 Parere contrario
8 2010/00331 Per prevedere all’interno del complesso di Sant’Orsola uno spazio dedicato al personaggio Pinocchio Alessandri Stefano
Stella Marco
Comm. 5 Termini scaduti
9 2010/00333 A promuovere la predisposizione di un piano di alienazione degli alloggi ERP agli assegnatari Alessandri Stefano
Stella Marco
Comm. 3 Termini scaduti
10 2010/00334 Per invitare l’Amministrazione Comunale a recepire la nuova Legge Regionale in materia di alienazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica nei confronti dei profughi esuli dall’Istria e dalla Dalmazia. Alessandri Stefano
Stella Marco
Comm. 3 Termini scaduti
11 2010/00449 Invitano il Sindaco a bloccare la realizzazione di un nuovo centro di raccolta e trasferimento operativo di rifiuti in Loc. Rovezzano Pieri Massimo, Galli Giovanni, Stella Marco Comm. 6 13/05/2010 contrario
12 2010/00502 Vendita Meccanotessile Spini Valdo, Grassi Tommaso, De Zordo Ornella Comm. 3 Termini scaduti
13 2010/00537 Stralcio delle Gualchiere di Remole dai beni alienabili del Comune e riconoscimento come sede UNESCO dell’Istituto sulle Conoscenze Tradizionali De Zordo Ornella
Cruccolini Eros
Grassi Tommaso
Spini Valdo
Commissione 1 13/07/2010 contrario
Comm. 6 01/07/2010 favorevole
14 2010/00564 Invita il Sindaco ad uniformare i criteri di concessione ed uso degli spazi cittadini per le rassegne culturali estive Alessandri Stefano, Stella Marco, Tenerani Mario Comm. 5 Termini scaduti
15 2010/00588 Rete busvie-corsie riservate ai mezzi pubblici – nuove realizzazioni – De Zordo Ornella Comm. 6 06/05/2010 Favorevole
Comm. 1  – 13/07/2010 contrario
16 2010/00694 Costituzione degli organi provvisori della città metropolitana Spini Valdo Comm. Affari Istituzionali  Termini scaduti
17 2010/00735 LINEE AUTOBUS 11, 36, 37  IN ZONA DUE STRADE E VIA DEL GELSOMINO Grassi Tommaso
Spini Valdo
Comm.6 -23/06/2010 favorevole unanime con emendamenti
18 2010/00740 Prolungamento orario tramvia durante la ztl notturna e interscambio tramvia -bicicletta Comm. 6 Comm.6  17/06/2010 favorevole
19 2010/00768 Riforma uffici postali per consegna posta inesitata Grassi Tommaso Comm. Lavoro 16/07/2010 favorevole unanime
20 2010/00842 Campagna contro l’elaborazione dei ciclomotori 50cc. Locchi Alberto Comm.6 14/10/2010 favorevole con emendamenti
21 2010/00855 Monitoraggio e controlli inquinamento atmosferico e polveri nei cantieri dell’Alta Velocità De Zordo Ornella Comm. Ambiente e Mobilità – Termini scaduti
22 2010/00913 Invita il Sindaco a promuovere l’istituzione di  un registro delle biciclette Stella Marco Comm. 2 28/09/2010 favorevole con emendamenti
Comm. 6 Termini scaduti
23 2010/00931 Postazioni con ciambelle di salvataggio nei lungarni e in corrispondenza dei ponti Locchi Alberto Comm. 4  – 07/10/2010 favorevole unanime con emendamenti
24 2010/00933 Istituzione di una commissione di indagine sull’entità delle spese sostenute dal Comune di Firenze per i campi nomadi, a sostegno delle etnie Rom e Sinti e sulla correttezza delle procedure amministrative Alessandri Stefano
Stella Marco
Comm. Affari Istituzionali Termini scaduti
Comm. 4 Termini scaduti
Comm. Pace Termini scadut
25 2010/00944 Uso esclusivo delle stoviglie biodegradabili nelle iniziative su area pubblica Grassi Tommaso Comm. 6 Termini scaduti
26 2010/00963 Adeguamento dei giochi presenti nei parchi pubblici cittadini alle esigenze dei bambini handicappati Grassi Tommaso Comm. 3 Termini scaduti
Comm. 6 Termini scaduti
27 2010/00985 Iniziative di contrasto alle mafie e di sviluppo della legalità e della trasparenza da parte degli Enti Locali  Impegno per i Comuni a costituirsi parte civile nei procedimenti per mafia che coinvolgano le amministrazioni Spini Valdo, De Zordo Ornella, Cruccolini Eros
Grassi Tommaso
Comm Pace Termini scaduti
28 2010/00989 Realizzazione del Cimitero degli animali d’affezione Locchi Alberto Commissione 4 Termini scaduti
29 2010/00995 Invitano il Sindaco ad intitolare una strada o una piazza di Firenze alla scrittrice e giornalista Oriana Fallaci P.D.L. Comm. 5 Termini scaduti
30 2010/00996 Stabilizzazione dipendenti Polizia Municipale con età superiore ai 40 anni Torselli Francesco Comm. 1 Termini scaduti
31 2010/01000 Inquinamento ambientale nell’area ex ospedale Poggio Secco e Via Incontri. Torselli Francesco Comm.6 Termini scaduti
32 2010/01035 Trasporto delle bici sul mezzo tranviario Grassi Tommaso Comm. 6 Termini scaduti
33 2010/01037 Per spostare il capolinea Ataf della Linea 33 da Piazza S. Marco a Via dell’Oriuolo Fittante Giovanni Comm. 6 Termini scaduti
34 2010/01055 Lotta alla Mafia Torselli Francesco Comm. Pace Termini scadut
35 2010/01057 Linee guida per il Welfare Comunale Torselli Francesco Comm. 4 14/10/2010 favorevole
36 2010/01085 Adesione alla campagna UDI per contrastare la pubblicità offensiva della dignità delle donne De Zordo O, Spini Valdo Cruccolini Eros, Grassi T. Comm. 2 – Termini scaduti
Comm. Pari Op.— Term.Sc
37 2010/01103 Per invitare Ataf ad introdurre nuovi modelli di tariffe e agevolazioni Stella Marco
Alessandri Stefano
Tenerani Mario
Commissione 6 – Termini scaduti — —
Comm. Controllo – Termini scaduti
38 2010/01104 Conferimento della Cittadinanza Onoraria a Lech Walesa. Torselli Francesco Comm. Pace – Termini sca.-
39 2010/01108 Disagi e inquinamento prodotti da lavori Alta Velocità presso il cantiere ex Macelli Grassi Tommaso Commissione 6 – Termini scaduti — —
40 2010/01109 Intitolazione di una Via a Bobby Sands in occasione del 30° Anniversario del suo martirio. Torselli Francesco Commissione 5 — Termini scaduti – —
41 2010/01122 Città libere dalla Pubblicità lesiva della dignità della donna Comm. Pari Opportunità Comm. Pari O. 06/10/2010 Favorevole unanime

RISOLUZIONI:

* N. OGGETTO Proponente/i Istruttoria Comm.ni
42 2009/00750 Esprime dissenso nei confronti della sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo sulla presenza del crocifisso nelle aule scolastiche Pierguidi Michele, Cellai Jacopo, Roselli Emanuele
43 2010/00755 Adesione documento direttivo ANCI contro manovra finanziaria del Governo Cruccolini Eros
44 2010/00783 Sostegno alla richiesta di agevolazioni fiscali ed economiche per la popolazione terremotata dell’Aquila Bonifazi Francesco

Link lavori del Consiglio e Commissioni Consiliari

Link all’archivio dei precedenti Consigli

Alla prossima

 

MoVimento 5 Stelle

Image from glowtxt.com text generator


Ambiente
Ambiente
Acqua
Acqua
Sviluppo
Sviluppo
Connettività
Connettività
Trasporti
Trasporti

Il titolo sembra quello di un film del Wertmuller, ma condensa invece le dificoltà di un Parco urbano – Le Cascine – al centro dell’attenzione del Sindaco Renzi che addirittura è arrivato ad affermare «Cascine a posto entro il 2014 o non mi ricandido».

Un parco urbano ferito da una tramvia mal costruita, un luna park mal posizionato e che per 6 mesi invade la zona, un tiro a segno che provoca inquinamento acustico, polisportive i cui clienti parcheggiano le loro potenti due/quatto ruote in maniera “molto sportiva”, un parco usato dai cittadini per svicolare dal traffico e come velodromo e purtroppo attaccato nell’ estate 2010 da un tornado che ha abbattuto alberi secolari.

Come se non bastasse per avere il museo di Zeffirelli una polisportiva superpremiata e ben inserita nel tessuto del Parco dovrà essere trasferita cementificando però un altro pezzo di territorio.

In un precedente post avevamo indiduato un esperimento di arte contemporanea per rilanciare il Parco e la città.

In bocca la lupo Sindaco, in bocca la lupo soprattutto ai fiorentini.

Magari seguiamo qualche consiglio dei ragazzi che in questo video fanno il giro del Parco, un po’ datato ma in alcune parti attuale.

##############

TIRO A SEGNO: RENZI NEL MIRINO PER ZEFFIRELLI

fonte

Tutto ancora fermo sulla questione dei locali che dovrebbero raccogliere il materiale della Fondazione Zeffirelli.

Ecco quanto scritto dal Nuovo Corriere di Firenze : ” E’ “targato” Firenze il titolo europeo di tiro dinamico sportivo a squadre vinto dall’Italia nella competizione che si è svolta in Serbia-Montenegro sotto l’organizzazione dell’International Pratical Shooting Confederation (IPSC).

persi erano i fiorentini nella rappresentativa italiana che ha partecipato sotto il patrocinio della Federazione Italiana Tiro Dinamico Sportivo (FITDS), ente recentemente riconosciuto dal Coni. Tra questi Bruno La Bruna e Marco Busanero, rispettivamente per le pisioni Modified e Open.

Il Tiro a Segno Firenze, peraltro, fornisce costantemente supporto ed aiuto alla Federazione per la preparazione e gli allenamenti necessari a mantenersi sempre ai massimi livelli.

Sono state 13 le medaglie vinte dall’Italia, cinque d’oro, tre d’argento e cinque di bronzo. La Bruna, già medaglia di bronzo a squadre agli ultimi Mondiali tenutisi a Bali nel 2008, ha vinto l’oro insieme ai suoi compagni di squadra Cerrato, Todaro e Vezzoli.

Da segnalare che il tiratore fiorentino è l’unico del gruppo che non è alle dipendenze delle Forze Armate quindi supportato da un’adeguata struttura logistica ed organizzativa che gli consente un continuo e costante allenamento.

Intanto resta in stand by la questione del trasferimento dei locali del Tiro a Segno Firenze per far posto al polo museale che dovrebbe accogliere l’archivio artistico di Franco Zeffirelli.

Il presidente Marco Faggi ha spiegato di essere in attesa di un incontro con il sindaco Matteo Renzi per definire la questione.

Il progetto prevedeva la cessione dei locali attualmente in uso dalla società sportiva (da 330 metri quadri circa) in cambio della costruzione di un poligono per il tiro a 10 metri nell’area dell’ex zoo delle Cascine per complessivi circa 220 metri quadri.

“Ma è tutto fermo dall’accordo di massima del 2008 – dice Faggi – e a noi ufficialmente non hanno comunicato nessuna novità, nonostante abbia letto di dichiarazioni del sindaco che assicurava Zeffirelli che avrebbe trasferito i nostri locali. Ma con noi non ha mai parlato. Siamo attivi da 150 anni, abbiamo vinto titoli Mondiali, con Campriani, Europei e Italiani, abbiamo 4000 soci e svolgiamo un’attività istituzionale intensa: si addestrano nei nostri locali 843 elementi della Polizia Municipale, 800 vigili provinciali, guardie giurate, possessori di porto d’armi, rilasciamo i certificati di maneggio della armi. Finchè non decidessimo di cambiare la ragione sociale della nostra attività godiamo di un vitalizio a titolo gratuito a vita per restare dove siamo. A meno le istituzioni, sindaco in testa, non si accordino persamente con noi”.

MoVimento 5 Stelle

A dicembre la Corte Costituzionale boccerà il legittimo impedimento e lo psiconano andrà a processo. Boss(ol)i vuole evitargli questa umiliazione, la proposta di elezioni a dicembre è il suo regalo di Natale. L’Italia economica precipita, le elezioni anticipate sono il via libera al default e alla riconferma di Berlusconi. Chi le vuole, anche a primavera 2011, è un irresponsabile nei confronti della Nazione, un bottegaio che fa i suoi conti in termini di voti e di visibilità, di cui oggi dispone e domani chissà. Le dimissioni di Fini da presidente della Camera sono dovute, una carica istituzionale non può fare politica a tempo pieno per il suo partito, esserne il leader. Varrebbe lo stesso se Napolitano fosse segretario del Pdmenoelle al posto di Bersani.

È vero che nessuno se ne accorgerebbe, ma il conflitto di interessi rimarrebbe. La riforma elettorale si può fare domani mattina, è sufficiente portare in Senato la proposta di Parlamento Pulito che marcisce da anni con le sue 350.000 firme e metterla al voto. Perché nessuno lo propone, a iniziare da Schifani? I partiti, anche quelli apparentemente contro, amano la legge porcata di Calderoli. Una legge che permette di avere il controllo assoluto sugli eletti fa comodo a tutti i segretari di partito.

Il MoVimento 5 Stelle non fa alleanze con i partiti, ma con i cittadini, con i movimenti che si uniscono per obiettivi concreti come l’acqua pubblica. È un MoVimento di cittadini, non di candidati premier, di leaderini.

Non è interessato alle ideologie, ma alle idee.

Il MoVimento 5 Stelle non vuole abbracci mortali con i cadaveri della Sinistra e dell’antiberlusconismo, si prega ai perditempo di astenersi con gli appelli.

Berlusconi è finito, il primo a saperlo è lui. Sta preparando il suo buen retiro come fece Eltsin con Putin, il suo successore. Si sente sempre la parola: riforme, mai la parola programmi.

Il MoVimento 5 Stelle non vuole riforme, come fai a riformare una merda ? Vuole programmi per i cittadini da attuare al massimo entro una legislatura. Programmi proposti, votati e controllati dagli italiani. La politica non è fatta dai partiti, ma dai cittadini. La delega al politico è morta. Il politico di professione come Mastella, Chiamparino o Formigoni è una figura del secolo scorso. Ve ne accorgete quando parlano, sembrano le caricature del pappagallo Loreto.

I cittadini devono entrare nelle istituzioni perché LORO sono le istituzioni. Da quando ho annunciato Woodstock 5 Stelle è un fiorire di ipotesi di scioperi dei mezzi pubblici (per ora rientrati) e di manifestazioni alternative che si dovrebbero tenere negli stessi giorni o appena dopo, o appena prima.

Invito chi le organizza a venire a Cesena, è un incontro aperto, oppure di andarsene a fanculo.

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

Buona estate

Seguici anche ….

Sul Meetup

http://www.meetup.com/GrilliFirenze

Oppure …

Puoi contattarci attraverso la posta elettronica e Google buzz:        firenze5stelle@gmail.com


MoVimento5stelle ….. Vi aspettiamo a Cesena


Pagina successiva »