Vodpod videos no longer available.

logo-piccolo

 

Spot Audio Manifestazione Nazionale Acqua di Roma del 26-03-2011

clicca sull’immagine, scarica lo spot in mp3  e diffondilo

 

26 marzo 2011   Ore 14.00 – Piazza della Repubblica – Manifestazione nazionale a Roma

VOTA SI’ AI REFERENDUM PER L’ACQUA BENE COMUNE!

SI’ per fermare il nucleare, per la difesa dei beni comuni,

dei diritti, della democrazia

Oltre un milione e quattrocentomila donne e uomini hanno sottoscritto i referendum per togliere la gestione del servizio idrico dal mercato e i profitti dall’acqua.

Lo hanno fatto attraverso una straordinaria esperienza di partecipazione dal basso, senza sponsorizzazioni politiche e grandi finanziatori, nel quasi totale silenzio dei principali mass-media.

Grazie a queste donne e questi uomini, nella prossima primavera l’intero popolo italiano sarà chiamato a pronunciarsi su una grande battaglia di civiltà: decidere se l’acqua debba essere un bene comune, un diritto umano universale e quindi gestita in forma pubblica e partecipativa o una merce da mettere a disposizione del mercato e dei grandi capitali finanziari, anche stranieri.

Noi che ci siamo impegnati nelle mobilitazioni del popolo dell’acqua, nelle battaglie per la riappropriazione sociale dei beni comuni e per la difesa dei diritti pensiamo che i referendum siano un’espressione sostanziale della democrazia attraverso la quale i cittadini esercitano la sovranità popolare su scelte essenziali della politica che riguardano l’esistenza collettiva.

Per consentire la massima partecipazione, chiediamo che il voto referendario sia accorpato alle prossime elezioni amministrative e che prima della celebrazione dei referendum si imponga la moratoria ai processi di privatizzazione.

Crediamo anche che il ricorso all’energia nucleare sia una una scelta sbagliata perché è una fonte rischiosa, costosa, non sicura e nei fatti alternativa al risparmio energetico e all’utilizzo delle fonti rinnovabili.

Siamo convinti che una vittoria dei SI ai referendum della prossima primavera possa costituire una prima e fondamentale tappa, non solo per riconsegnare il bene comune acqua alla gestione partecipativa delle comunità locali, bensì per invertire la rotta e sconfiggere le politiche liberiste e le privatizzazioni dei beni comuni che negli ultimi trent’anni hanno prodotto solo l’impoverimento di larga parte delle popolazioni e dei territori e arricchito pochi gruppi finanziari con una drastica riduzione dei diritti conquistati, determinando la drammatica crisi economica, sociale, ecologica e di democrazia nella quale siamo tuttora immersi.

Cambiare si può e possiamo farlo tutte e tutti assieme.

Per questo chiamiamo tutte le donne e gli uomini di questo Paese a una grande manifestazione nazionale del popolo dell’acqua e dei movimenti per i beni comuni da tenersi a Roma sabato 26 marzo 2011.

Una manifestazione aperta, allegra e plurale.

Per lanciare la vittoria dei SI ai referendum per l’acqua bene comune.

E per dire che un’altra Italia è possibile. Qui ed ora.

Perché solo la partecipazione è libertà.

Perché si scrive acqua e si legge democrazia.

Forum Movimenti per l’acqua pubblica

 

Con un referendum a Berlino la popolazione dice no all’acqua privatizzata

Il referendum nella città boccia l’affidamento alle aziende del servizio pubblico Berlino dice nein all’acqua privatizzata. Il referendum che voleva annullare la privatizzazione parziale della società di gestione dei servizi idrici si è concluso ieri con un trionfo dei sì: ne servivano almeno 616.571, ne sono arrivati 665.713. Un risultato che ha sorpreso gli stessi promotori.

UN BENE ESSENZIALE – In serata, scrive Alessandro Alviano sulla Stampa, nel tendone da circo a due passi dal vecchio tracciato del Muro che hanno affittato per seguire i risultati, si contavano più giornalisti che sostenitori del referendum. «Ci speravo, ma non me l’aspettavo più vista la scarsa affluenza inmattinata », racconta Andreas Fuchs, il cassiere del comitato referendario. «È la prova che si può fare molto anche con pochi mezzi», aggiunge, ricordando che il comitato disponeva di appena 12mila euro ottenuti dalle donazioni. A titolo di paragone: gli organizzatori del referendumsulla religione a scuola, fallito due anni fa, avevano raccolto centinaia di migliaia di euro. «Un bene essenziale come l’acqua non può essere fonte di profitto, vogliamo che torni in mano pubblica» gioisce il portavoce del comitato, Thomas Rudek. «È un segnale anche per voi in Italia», si inserisce la sua collega Dorothea Härlin. Il referendum chiedeva di pubblicare integralmente il contratto con cui nel 1999 il Land di Berlino vendette alle società RWE e Veolia il 49,9% dell’azienda dei servizi idrici comunali (Berliner Wasserbetriebe). Stando a Rudek, dal 2001 le tariffe dell’acqua sono salite del 35% e oggi sono tra le più alte in Germania. A Berlino un metro cubo d’acqua costa 5,12 euro, a Colonia 3,26.

continua

 

 

 

 

giovedì 17 e venerdì 18 febbraio si terrà il Festival dell’acqua di Sanremo

 

 

ACQUA in festival, festival per l’acqua pubblica

 

 

logo-piccolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Firma la  richiesta di  MORATORIA della legge Ronchi …..

….. per impedire la privatizzazione dell’acqua in pieno periodo referendario.

Link per sottoscrivere

 

home

 

Sì della Consulta, la parola ai cittadini

La Corte Costituzionale ha ammesso due quesiti referendari proposti dai movimenti per l’acqua. A primavera gli uomini e le donne di questo paese decideranno su un bene essenziale. La vittoria dei “sì” porterà ad invertire la rotta sulla gestione dei servizi idrici e più in generale su tutti i beni comuni.

Attendiamo le motivazione della Consulta sulla mancata ammissione del restante quesito (quesito n. 2), ma è già chiaro che questa decisione nulla toglie alla battaglia per la ripubblicizzazione dell’acqua e che rimane intatta la forte valenza politica dei referendum.

Il Comitato Promotore oggi più che mai esige un immediato provvedimento di moratoria sulle scadenze del Decreto Ronchi e sull’abrogazione degli AATO, un necessario atto di democrazia perché a decidere sull’acqua siano davvero gli italiani.

Il Comitato Promotore attiverà tutti i contatti istituzionali necessari per chiedere che la data del voto referendario coincida con quella delle elezioni amministrative della prossima primavera.

Da oggi inizia l’ultima tappa, siamo sicuri che le migliori energie di questo paese non si tireranno indietro.

Comitato promotore refendum – Roma, 12 gennaio 2011

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio notizie

Assemblea pubblica del comitato referendario provinciale

14 marzo 2011 – ore 21  Casa del popolo di San Bartolo a Cintoia  via di San Bartolo a Cintoia 95 – Firenze

Verso i referendum

per l’acqua bene comune

perché in tutta la provincia:

si strutturi il comitato referendario “2 Sì per l’acqua bene comune”

si promuova la massima articolazione sul territorio

si favorisca la partecipazione popolare al referendum costituzionale

INTERVENGONO:

Prof. UGO MATTEI (co-estensore quesiti referendari)

TOMMASO FATTORI (Forum nazionale Movimenti per l’acqua)

Perché si scrive acqua, si legge democrazia

 

#####

4 Dicembre ore 14,30 – Via Cavour

testata4dic

Il popolo dell’acqua torna in piazza!

Il 4 dicembre 2010 in tutta Italia i movimenti per l’acqua pubblica che torneranno in piazza daranno vita a nodi pulsanti di una rete che, da nord a sud, difende dalla privatizzazione un bene primario come l’acqua.

A Firenze in Via Cavour sotto alla sede della Regione Toscana

Moratoria sulle scadenze previste dal “decreto Ronchi”, ovvero lo stop immediato della messa a gara dei diversi servizi idrici, e sulla normativa di soppressione delle Autorità d’Ambito territoriale.

Questo almeno fino a quando i cittadini e le cittadine non si saranno potute esprimere attraverso un referendum che 1.400.000 persone hanno chiesto che venga realizzato.

Chiediamo da subito che la consultazione venga comunque effettuata entro, e non oltre, il 2011.

Programma

– Contributo dal parco mobile:

DANILO BIANCHI coord. naz. Enti Locali per l’Acqua Pubblica (Sindaco Comune di Anghiari – AR)
CORRADO ODDI coord. naz. Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

– Collegamento in diretta con Cancun (Messico)

– Interventi delle reti di movimento a difesa dell’acqua e dei beni comuni

– Happening festoso per le vie del centro storico accompagnati dalle percussioni e i ritmi della BANDAO www.bandao.it

 

 

 


 

 

Il volantino  distribuito in questo periodo

#######


Acqua piovana: se usarla equivale a rubare

Sembra strano, ma succede negli USA, il paese all’avanguardia … link

 

 

 

 

 

 

 

 

Assemblea nazionale dei Movimenti per l’Acqua


Presso la Casa del Popolo di San Bartolo a Cintoia (Via S. Bartolo a Cintoia 95) (guarda la mappa)

Programma Assemblea Nazionale dei movimenti per l’acqua – Firenze 2010

Presso la Casa del Popolo di San Bartolo a Cintoia (Via S. Bartolo a Cintoia 95) (guarda la mappa)

Sabato 18 settembre

11.30-13.00 – Assemblea plenaria: Saluti, accoglienza, relazione introduttiva, intervento O. Oliveira (Bolivia-Cochabamba) e di un rappresentante kurdo della lotta contro la costruzione delle dighe sul fiume Tigri per salvare Hasankeyf

13.00-14.00 – Pausa pranzo

14.00-20.00 – Sessioni di lavoro :
1. Il futuro dell’acqua e’ nelle nostre mani – proposta di linee guida per la discussione nel gruppo di lavoro “vertenze territoriali, proposte e mobilitazioni nazionali” leggi tutto ;

2. Verso il referendum, costruiamo il quorum – Sessione I ore 14:00-16:30 – Campagna di autofinanziamento e formalizzazione comitato promotore. Sessione II ore 17:00-19:30 Campagna di comunicazione impostazione della campagna leggi tutto ;

3. Il governo e la gestione pubblica partecipata come nuovo modello per il servizio idrico – Sessione I ore 14:00-16:30 – Mercato o democrazia: la nuova via del pubblico partecipativo contro la privatizzazione e oltre il pubblico statalista, per l’affermazione della legalità e della giustizia sociale contro tutte le mafie. Sessione II ore 17:00-19:30 – Finanziamento del Servizio Idrico: ma da dove escono le risorse? leggi tutto ;

4. Pianeta acqua – In tutto il pianeta è stata dichiarata una vera e propria guerra all’acqua, elemento fondamentale per la vita leggi tutto.

Cena

Domenica 19 settembre

09.30-13.00 – Assemblea plenaria

13.00-14.00 – Pausa pranzo

14.00-16.30 – Assemblea plenaria

 

home

 

1.400.000 firme ai banchetti di raccolta referendaria

Festeggiati con un brindisi ai banchetti insieme ai vari aderenti del forum dei Movimenti per l’acqua …

 

 

 

 

 

 

 

Iniziative e banchetti dove firmare i tre quesiti referendari link

FIRENZE – Parco dell’Anconella – Via di Villamagna (pressi Pubbliacqua) Firenze con inizio alle 15,30

Musica – poesia – raccolta firme

GIOVEDI’ 29 APRILE

Siamo in rete con il Forum dei Movimenti per l’acqua, per il ritorno dell’acqua ai cittadini

Cittadini con l’elmetto per un nuovo Rinascimento

Per la ripubblicizzazione dell’acqua, per la tutela di beni comuni, biodiversità e clima, per la democrazia partecipativa

www.acquabenecomunetoscana.it

3 Risposte to “Movimenti per l’acqua pubblica”

  1. acqua Says:

    salviamo l’acqua!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...