Scusate se usiamo questo spazio per motivi non politici, ma siamo preoccupati per il Sindaco della città di Firenze, Matteo Renzi.

Ebbene si’, qualcuno ci ha scritto indignato accusandoci che ce l’abbiamo con lui, ma la verità è che siamo preoccupati per il nostro Sindaco soprattutto in questo periodo che, da quanto leggiamo,  pare affetto da strani sintomi.

Raccogliamo l’appello lanciato dall’AMI : se fra il pubblico ci fosse un medico…si faccia avanti.

Appello allarmato da Firenze. Salvateci il sindaco. O dal sindaco?

Eh sì, la malattia si aggrava di giorno in giorno e i sintomi non lasciano dubbi: il sindaco di Firenze Matteo Renzi è affetto da una forma acuta di sindrome giapponese. Rossore al volto, irritazione all’orgoglio, scatti d’ira, mania di persecuzione, sono sintomi che producono effetti collaterali sempre più gravi: critiche, fischi e contestazioni, scioperi ed esposti in Procura. La storia, l’avevamo già raccontata. Tutto parte dalla trasferta giapponese dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

Tra Tokio e Fukushima. Finiti nel pieno della tragedia giapponese nel corso di una tournée asiatica, oltre 300 dipendenti dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, hanno vissuto quattro giorni di terrore al dodicesimo piano di un grattacielo di Tokio scossi dal sisma e minacciati dalla contaminazione. Hanno chiesto di tornare a casa, ma hanno ricevuto in risposta, a quanto sostengono, solo minacce. Sono stati fatti rientrare solo dopo un’animata assemblea dei loro familiari che hanno accerchiato il sindaco e l’intervento del segretario generale della Cgil Susanna Camusso che si è rivolta direttamente a Berlusconi.

Concerto irradiato. I lavoratori del maggio subiscono ora i controlli antiradiazioni dell’asl e 114 sono già risultati positivi, mentre i loro sindacati hanno presentato un esposto alla Procura e preparano presidi e anche uno sciopero. Sindaco, Sovrintendente e il direttore Zubin Metha sono sott’accusa. Ma Renzi non ci sta. E il Rottamatore non risparmia nessuno. La Camusso fu subito bollata dalla giunta fiorentina con un’accusa di “sciacallaggio“. Poi, Renzi, ha dichiarato di aver risolto ogni incomprensione in una “ amichevole “ telefonata.

Cià cià sul culetto. Ma la Camusso lo smentisce: “Io gli ho detto due cose. Primo: se davvero pensa di aver fatto tutto nei tempi giusti, allora ha un difetto di comunicazione con i lavoratori che non si sono sentiti assistiti. E comunque il calendario dice che si è tardato. Secondo: se c’erano dei problemi con il governo e Renzi non voleva fare polemiche, non doveva però scaricare il problema sui lavoratori e il sindacato”. La Camusso aggiunge anche un invito all’umiltà e al rispetto per gli altri. Di amichevole, nei rapporti con la leader Cgil sembra ci sia poco: questa sembra piuttosto una robusta sculacciata a un ragazzino maleducato quanto pasticcione.

Fischi di soggiorno. Poi c’è stata una riunione del Consiglio Comunale nel corso della quale il sindachino, che ha rintuzzato ogni accusa a muso duro, è stato contestato dal pubblico, attaccato dall’opposizione, mentre il gruppo Pd sembrava aver fatto un passo indietro per paura del contagio. Nella stessa giornata, il Renzi, ha anche presenziato al congresso della Federalberghi, dove è stato fischiato, proprio per quella tassa di scopo di soggiorno conquistata nel famoso pranzo di Arcore. E anche gli albergatori si son presi il loro rimbrotto, finendo nel libro nero del sindaco. Ma a un duro come lui non bastava ancora.

La casta a tutti i costi. Così, in un’intervista, se l’è presa anche con i giornalisti, Ordine e tutta la categoria, colpevoli di non aver messo la sordina alle polemiche sulla tournée del Teatro. Il Gran Rottamatore ha lanciato il suo anatema: l’Ordine è da abolire e i giornalisti son tutti una casta. Detto da uno, imprenditore del marketing, che passa le giornate in televisione e a rilasciare interviste, invece di occuparsi dei problemi della città, non è male. Insomma, la malattia peggiora ogni giorno. Se fra il pubblico ci fosse un medico…si faccia avanti.

di Stefano Bonciani ...fonte
Notizie correlate:
Adriano Celentano e Matteo Renzi: una storia di palcoscenico
Firenze città dei fiori …. finti !
Firenze: vandali in casa, oggi

P.S.: Il 12 e 13 Giugno ricorda:

Annunci
Ambiente Ambiente


Acqua Acqua Sviluppo Sviluppo Connettività Connettività Trasporti Trasporti

 

Adesso Renzi si precipita in TV, tra una balla e l’altra, anche per difende il nucleare

Nell’ennesima comparsata televisiva (alla trasmissione “In onda” su La 7 domenica sera) Renzi arriva addirittura a difendere il nucleare in un momento in cui il terremoto in Giappone dovrebbe far riflettere seriamente tutti coloro che sono a favore della realizzazione in Italia delle centrali nucleari.

Ma secondo Renzi non è così, anzi precisa che i 10.000 morti non sono dovuti al nucleare, ma dimentica di dire che sono state evacuate 180.000 persone a rischio, che il numero dei contaminati sale (purtroppo) di ora in ora e sostiene che non bisogna parlare adesso del nucleare, che non bisogna piegare alle esigenze di politica interna i fatti drammatici che accadono all’estero; poi precisa che bisogna distinguere tra nucleare e nucleare (come se in Italia fosse concepibile una tecnologia anche lontanamente comparabile al Giappone).

Il rottamatore utilizza ancora una volta il politichese per dire, come al solito, esattamente nulla.
Inutile commentare il fatto che Renzi vada in giro per l’Italia (senza contraddittorio) ad affermare di avere migliorato le buche o il degrado a Firenze: basta andare per le strade di Firenze e valutare di persona.

Suggeriamo seriamente di non andare con lo scooter: c’è il rischio di cadere a causa delle buche!
Infine, stendiamo un velo pietoso sull’imbarazzo di Renzi ogni volta in cui qualcuno gli chiede di smetterla di fare il rottamatore e di dire cosa vuole fare.

P.S.:

Il 12 giugno gli italiani saranno chiamati a votare per i referendum sulla ripubblicizzazione  dell’ acqua e l’abolizione delle pratiche politico-amministrative per il ritorno al nucleare.

RICORDIAMO ancora che per poter abrogare le leggi con cui i vari Governi hanno privatizzato l’acqua e deciso il ritorno al nucleare dovremo VOTARE  S I

Questa volta decidiamo noi, non ci facciamo pui’ incantare dalle sirene !

 

Notizie correlate:
Renzi, eroe dei due mondi, salva il Maggio !
Il postino suona due volte per il Sindaco Renzi
Gli anticancrovalorizzatori della Piana fiorentina scrivono al “rottamatore” Renzi.